Impianto dell’embrione: come e quando avviene

imagesCAFSN743

Come ho già detto precedentemente quello del concepimento è un argomento che mi affascina particolarmente e per questo mi sono informata tanto.

L’inizio della vita di un individuo, di un essere vivente dotato di un codice genetico, è l’incontro tra uno spematozoo e un ovocita, che avviene nella tuba uterina intorno al 14 giorno del ciclo mestruale, cioè durante l’ovulazione.

A questo punto il DNA dello spermatozoo (23 cromosomi) e quello dell’ovocita (23 cromosomi) formano, in circa 24 ore, la prima cellula dell’embrione detta zigote, una cellula che ha quindi 46 cromosomi e che contiene tutte le informazioni genetiche caratteristiche del nuovo individuo.

Con le ore le cellule aumentano creando una struttura a forma di mora, detta morula. Dopo 7-8 giorni l’uovo fecondato è composto da circa cento cellule ed è passato dallo stadio di morula a quello di blastocisti: è giunto il momento di raggiungere l’utero dove deve impiantarsi correttamente e svilupparsi.

In questa fase inizia la produzione di Beta HCG, l’ormone della gravidanza, la cui concentrazione è ancora bassa per essere rilevata da un test casalingo, ma che potrebbe essere già rilevato dalle analisi del sangue.

L’embrione, che non ha più riserve energetiche autonome, deve attaccarsi all’endometrio, la mucosa che ricopre la parete interna dell’utero, ricca di vasi sanguigni e preposta al nutrimento della nuova vita. L’intero processo di impianto dura sette giorni: nella prima fase (apposizione) l’embrione si appoggia all’endometrio, nella seconda fase (adesione) si aggancia alle pareti, creando legami importanti, nella terza fase (invasione) deve penetrare nell’endometrio ed essere completamente accolto.

La fase dell’impianto si conclude intorno al 14simo giorno dopo il concepimento, nel momento in cui dovrebbe arrivare la mestruazione, ma può avvenire anche con qualche giorno di anticipo.

L’endometrio, come abbiamo detto, è un tessuto ricchissimo di vasi sanguigni ed è quindi molto facile che l’impianto dell’embrione provochi un piccolo sanguinamento. Molte donne potrebbero pensare che stia arrivando un nuovo ciclo mestruale, ma tale perdita avviene sotto forma di spotting e cioè di piccole macchie di sangue chiaro, rosa o rosso vivo che possono durare un paio di giorni e non raggiungono mai il volume delle mestruazioni. La presenza di perdite da impianto non influenza il buon esito della gravidanza; ovviamente se le perdite dovessero essere copiose e si sospetta una gravidanza è meglio rivolgersi al ginecologo.

Tuttavia, anche in questo possono esserci significative differenze individuali. Ora è possibile eseguire il test di gravidanza!

Share