Gli errori da non commettere a tavola

verdure

Tutti pensiamo che basta evitare snack, stare attenti alle calorie, alle bibite gassate o ai condimenti da usare. In realtà gli errori che commettiamo a tavola tutti i giorni sono anche altri. Sinceramente non ci avevo mai pensato ma vedete un pò cosa ho trovato e vedrete che “sbagliamo” tutti!

Mangiare la verdure dopo la pasta: soprattutto per chi ha problemi con la glicemia è meglio mangiare la verdura prima della pasta perchè rallenta l’assimilazione degli zuccheri e frena la crescita dei livelli di glicemia.

Abbinare il parmigiano alla rucola: un piatto che pensiamo dietetico…invece non bisogna abbinare il formaggio ai vegetali perchè questi sono ricchi di fibre e impediscono al calcio di essere assorbito.

Conservare la spremuta d’arancia: le vitamine contenute, soprattutto la C, deperiscono rapidamente, per cui prepararla la sera prima per il mattino non va bene.

Cucinare alla piastra per tempi lunghi: se si cuoce la carne per troppo tempo e ad alte temperature c’è il rischio di produrre sostanze tossiche, quindi è preferibile mantenere le temperature basse o la cottura al forno.

Mangiare i kiwi in estate: i polifenoli e la vitamina C che contengono si perdono facilmente, per cui dovrebbero essere consumati subito dopo la raccolta. Questo non avviene in estate perchè i kiwi sono frutti invernali, quelli che compriamo nella bella stagione arrivano, invece, dalla Nuova Zelanda.

Lasciare il limone tagliato in frigo: una volta tagliato tende, come l’arancia, a perdere subito le propretà nutrizionali ed, inoltre, assorbe tutti gli odori che sono in frigo.

Cuocere i peperoni: i peperoni, come i broccoli, contengono molta vitamina C ma sarebbe preferibile mangiarli crudi.

Preparare l’insalata e la macedonia in anticipo: quando puliamo l’insalata e la mettiamo in frigorifero perdiamo vitamine, minerali e polifenoli, meglio prepararla al momento. Anche per la macedonia, se preparata in anticipo, si perdono tutte le proprietà.

Consumare patate se si soffre di colon irritabile: i farinacei come le patate fanno gonfiare molto la pancia e stimolano l’intestino ad evacuare.

Bollire gli alimenti: priva questi di vitamine; meglio la cottura a vapore anche per il pesce o in alternativa al cartoccio.Per quanto riguarda i legumi, metterli in ammollo riduce le quantità di calcio, ferro e zinco.

Bere bevande gassate dopo i fritti: per spegnere i livelli di infiammazione nel nostro corpo dopo aver mangiato cibi fritti è meglio bere una spremuta d’arancia fatta al momento e non bibite gassate.

 

Share