Recensioni: c’è sempre da fidarsi?

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ormai quando devo prenotare  in albergo, al ristorate o qualunque altro posto la prima cosa che faccio è cercare le recensioni per decidere cosa fare. Penso che sia così ormai per tutti, specialmente nel periodo estivo quando ci si appresta a partire per le vacanza o a prenotarle.

Tripadvisor è oggi il principale sito di informazioni per viaggiatori, con circa 260 milioni di utenti, di cui 1,5 in Italia, e 1500 nuovi post ogni giorno! Devo dire che molti si improvvisano critici gastronomici, ispettori alberghieri e reporter di viaggio e spesso sono anche un pò troppo esigenti.

Solitamente nelle mie recensioni cerco di essere obiettiva, spiegando nei dettagli tutto e magari dò il mio “giudizio” valutando se ci tornerei o meno in quel posto.

In ogni caso bisogna stare attenti quando si scrive una recensione perchè si rischia di essere anche denunciati. Ho letto, infatti, di una donna bolognese che è stata querelata dal titolare di un’osteria perchè si era lamentata di aver bevuto vino avariato e di aver aspettato ore per mangiare: nonostante si sia difesa appellandosi alla libertà di giudizio è stata rinviata a giudizio!

Occhio poi sempre a quello che leggete: addirittura secondo alcune statistiche circa un terzo delle recensioni possono essere false. Molti esprimono opinioni negative solo per danneggiare un ristorante o un albergo o perchè è un concorrente. Altri, invece, danno opinioni positive perchè amici o parenti dei titolari di posti pessimi e fatiscenti.

Vediamo come fare per non correre rischi.
Se scrivete.
1) Riflettete sempre prima sulle conseguenze, per chi giudica e per chi è giudicato.
2) Se volete scrivere un commento negativo fatelo il giorno dopo a freddo e non usate mai parole offensive.
3) Se avete assaggiato un solo piatto non parlate male di tutta la cucina.
4) Non definite mai un piatto adulterato.
5) Usate una critica costruttiva senza esasperare i giudizi.

Se consultate.
1) Date fiducia a chi ci mette la faccia con nome e cognome e non a chi si nasconde con l’anonimato.
2) Controllate i profili di chi ha scritto e le foto che pubblica.
3) Quando visitate un sito non fematevi solo alle prime recensioni, ma andate anche alle pagine successive.
4) Controllate il numero di recensioni del profilo e cercate quelle dello stesso autore su altri locali per controllarle.

Sapete, poi, che esistono agenzie specializzate nelle recensioni false per fare commenti positivi? E’ il caso di un ristorante in Inghilterra mai esistito, che ha scalato le classifiche per le recensioni positive: il profilo dell’attività era stato creato per dimostrare l’inattendibilità della community!

Share