D’estate la dieta del gelato

cono

D’estate e soprattutto in vacanza è molto difficile rinunciare ad un fresco gelato! Se non stiamo attenti a quello che mangiamo, però, rischiamo di mettere su qualche chilo e, magari, vanificare i sacrifici di tutto l’anno.

Il gelato è un alimento completo che contiene latte, zucchero e uova ai quali si aggiungono frutta, cioccolato, nocciole ed altri componenti per ottenere i vari gusti. Oltretutto è un alimento altamente digeribile che assicura un buon apporto di vitamine e proteine, ma anche di grassi e zuccheri semplici come lattosio e saccarosio, nutrienti che proteggono il fegato.

Il segreto per tenere sotto controllo la linea è quello di inserirlo in un corretto piano alimentare ricco di fibre e proteine che sono in grado di controllare l’assimilazione degli zuccheri. Basta, quindi, abbinarlo a uova, affettati magri, carne e pesce, accompagnati da tanta verdura. Il menù esclude, invece, farinacei, cereali, patate, legumi e formaggi, salvo ricotta e fiocchi di latte.

Il gelato può essere mangiato a colazione o a merenda o sostituire il pranzo o la cena. I gusti a frutta come la fragola, il limone o l’anguria sono ovviamente più leggeri di quelli al cocco o al pistacchio o alla nocciola. Per quanto riguarda quelli a crema è difficile stabilire i valori nutrizionali perchè dipende dagli ingredienti aggiunti, per cui è sempre bene sceglierne uno artigianle di buona qualità o in alternativa scegliere quello di soia. Ottimo per chi è intollerante al lattosio o per chi vuole mantenere la linea, il gelato di soia è privo di colesterolo ma ricco di proteine.

Ovviamente è sempre bene affidarsi anche a semplici consigli come bere almeno 2 litri e mezzo di liquidi al giorno,  condire e cucinare con olio extravergine di oliva senza superare i 2 cucchiai al giorno e fare attività fisica.

Share