Scuola: iniziato il primo anno di asilo

bimbi

I vostri bimbi hanno iniziato la scuola dell’infanzia e ogni mattina è una tragedia? Ci sono passata anche io. Paure, febbre, mal di stomaco sono problemi quotidiani che spariscono nel weekend. Per molti il distacco dai genitori e dalla casa, considerato un luogo sicuro, può scatenare una vera fobia.
Il mio piccolo ora è al secondo anno e questa volta non ha mai fatto capricci, anzi va volentieri a scuola, dove si diverte con i compagni e gioca tanto. Lo scorso anno, però, l’inizio è stato difficile, come per tutti. Ogni volta che andavo via lo vedevo piangere, ma sono stata forte perchè ho pensato che tutto sarebbe passato presto e che sarebbe stata una bellissima avventura per lui.
La scuola è un’esperienza importante per ogni bambino, un avvenimento impegnativo, perchè comporta il distacco dalla famiglia e dalla routine quotidiana. Per i piccoli è la prima vera esperienza nella comunità, un’occasione di socializzazione. I bambini imparano ad essere più autonomi, indipendenti, apprendono nuove regole di comportamento e di condivisione e, soprattutto, sviluppano nuove capacità psicomotorie.
La cosa importante quando si lascia il proprio bambino è di farsi vedere sempre sereni e decisi, mai trattenersi o tornare indietro se piange, anche perchè molto spesso appena è solo smette, inizia a guardarsi intorno e a giocare. Inoltre bisognerebbe sempre mandarlo a scuola con regolarità e presentare la classe come un luogo di divertimento.
Una cosa fondamentale è instaurare da subito con le maestre un rapporto di fiducia e comunicare qualsiasi dubbio o perplessità, perchè loro sanno come comportarsi e cosa fare.
Per il pranzo, poi, è bene informarsi su cosa prevede il menù per evitare di proporgli le stesse pietanze la sera e chiedere, ovviamente, se mangia volentieri.
Vi assicuro che i cambiamenti dei vostri bambini saranno subito evidenti e avrete, dalle maestre, un grosso supporto nell’educazione.

Share