I neonati sognano?

neonato

Ricordo quando mio figlio, neonato, mentre dormiva  improvvisamente iniziava a sorridere o scoppiava a piangere. Il mio primo pensiero era appunto che forse stava sognando e che provava qualche emozione forte.

Ebbene si, anche i neonati sognano e lo fanno appena addormentati, senza attraversare le varie fasi del sonno profondo che precede il sogno, come gli adulti. La fase in cui sognano noi adulti è, infatti, la fase REM in cui il cervello ha un’attività molto intensa.

A quante pare i bambini iniziano a sognare già nel grembo materno, a prtire dalle 23 settimane gestazionali. Nell’utero il feto percepisce i suoni, la voce della mamma, sensazioni olfattive, tattili e gustative.

Sembra che i bambini sognino molto più degli adulti, perchè hanno più fasi di sonno REM, ma è difficile capire cosa. Guardando le espressioni del volto, però, possono trasparire le emozioni che stanno provando: gioia, tristezza, paura; inoltre mentre sognano i neonati agitano gli arti, si lamentano e piangono.

Ovviamente i loro sogni non sono storie ma sensazioni ed emozioni che il bimbo vive quando è sveglio. I sogni, dunque, hanno la funzione di rafforzare la memoria delle esperienze vissute.

Se di notte improvvisamente vostro figlio dovesse iniziare a piangere in maniera disperata non allarmatevi, ma semplicemente consolatelo.

Solo intorno ai tre ani i bambini inizieranno a ricordare e descrivere abbozzi di sogni, con frasi brevi e poche parole. I protagonisti dei sogni sono spesso i genitori, i compagni di giochi o situazioni vissute, anche se confuse.

Il sogno vero viene ricordato e descritto meglio dopo i cinque anni, quando le fasi REM si prolungano e il sonno diventa simile a quello degli adulti ed iniziano ad avere un contenuto affettivo ed emotivo, lasciando cioè un ricordo intenso anche dopo il risveglio.

Share