In Italia c’è ancora una certa resistenza ad usare i contraccettivi orali, probabilmente perché sono ancora diffusi falsi luoghi comuni. Il tasso di utilizzo è, infatti, molto basso circa il 16,2 % contro il 21,4 % della media europea.  In realtà recenti studi hanno sfatato i falsi miti e sottolineato i benefici per la salute.